FIRMA PROTOCOLLO D'INTESA TRA COMUNE DI TRAVERSETOLO ED ORDINI ARCHITETTI ed INGEGNERI PROVINCIA DI PARMA

Martedì 19 maggio è stato firmato a Traversetolo un  protocollo d'intesa tra il Comune di Traversetolo, l'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori della Provincia di Parma e l'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Parma.  

Il Comune di Traversetolo ha infatti chiesto la collaborazione non onerosa agli ordini professionali degli Architetti e degli Ingegneri della Provincia di Parma per la costituzione di un tavolo tecnico preliminare alla stesura di un Regolamento  che incentivi un modo di costruire e progettare Sostenibile.

L'azione si inscrive nel cammino intrapreso da tutti i Comuni dell'Unione Pedemontana Parmense con la sottoscrizione del “Patto dei Sindaci e la redazione e approvazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile – P.A.E.S.  

Alla firma del protocollo erano presenti il Sindaco Ginetto Mari, l'assessore all'Urbanistica Laura Monica, il presidente dell'ordine degli Ingegneri ing. Angelo Tedeschi, il presidente dell'ordine degli architetti arch. Alessandro Tassi Carboni, il gruppo di lavoro congiunto architetti ingegneri "gruppo sostenibilità”. Presenti anche il responsabile dell'ufficio tecnico comunale ing.Fabio Garlassi e della dott.ssa Paola Gallani.  

Traversetolo è il primo a sottoscrivere questa collaborazione con gli ordini ma è intento di tutti i Comuni della Unione Pedemontana seguire lo stesso percorso. 

Il Sindaco di Traversetolo Ginetto Mari durante la presentazione ha infatti anticipato l’intenzione di conferire in Unione Pedemontana anche il Servizio di Pianificazione Territoriale che porterà, ad esempio, ad uniformare i vari Regolamenti edilizi e le modalità di presentazione delle pratiche edilizie dei cinque Comuni. 

Gli Ordini professionali degli Architetti e Ingegneri della Provincia di Parma, con il team di lavoro Gruppo Sostenibilità hanno in realtà già cominciato a dedicasi al progetto e nel corso della mattinata di martedì hanno presentato il lavoro svolto.

L'obiettivo della commissione è di definire criteri metodologici e selezionare un repertorio di casi esemplari e buone pratiche da suggerire al Comune prima della redazione del Regolamento di Architettura Sostenibile per una qualità del costruire che sia sempre migliore, includendo anche il risparmio energetico ma declinata alla funzionalità e all'identità del territorio.

Condividi su...

Proprietà dell'articolo
creato: lunedì 25 maggio 2015
modificato: lunedì 25 maggio 2015