Storia del gemellaggio con Oraison

Questa è la storia di due paesi, distanti tra loro più di 500 chilometri, di nazioni diverse, che più di 20 anni fa, quando la parola "Europa" aveva soltanto un significato geografico, si sono conosciuti e hanno deciso che era giunto il momento di stringere tra loro "un patto di gemellaggio".

Ma perchè un "gemellaggio", quando ancora c'erano le barriere e le dogane fra le nazioni?
La risposta è semplice: perchè gli Amministratori e la gente di Traversetolo e di Oraison scoprirono di condividere le stesse idee e decisero di camminare insieme, in amicizia, lungo la strada che porta alla costruzione dell'Europa dei popoli.

Sotto l'impulso prima di Jean Sube e dal 1995 in poi di Bruno Proverbio, il Comitato di Gemellaggio ha avuto un ruolo decisivo: ha saputo perpetuare quest'amicizia franco-italiana che arricchisce noi tutti, eletti, volontari, sportivi, membri di associazioni...
Conoscenza dell'altro, consapevolezza delle differenze, scoperta di tradizioni locali, scambio d'idee, tutto contribuisce a cementare in modo duraturo l'amicizia che lega oggi le nostre due comunità.

Questi anni sono stati ricchi di scambi vari, amichevoli, sportivi, scolastici o culturali in campi molto diversi come la pittura, la musica, la danza, la fotografia...
 
Nel 2005 abbiamo celebrato i 25 anni del gemellaggio tra i due comuni.
La delegazione di Traversetolo è stata ospite a Oraison il 15-16-17 luglio 2005, mentre gli amici francesi hanno festeggiato nel nostro paese il 26-27-28 agosto 2005.

Nel 2010 si sono svolti i festeggiamenti per i 30 anni di amicizia.

Condividi su...

Proprietà dell'articolo
creato: martedì 18 gennaio 2011
modificato: martedì 18 gennaio 2011