Scuola d'Infanzia "Michelino Micheli" di Vignale

IDENTIKIT
La scuola “Michelino Micheli” si trova a Vignale, frazione a due chilometri da Traversetolo. Fa parte dell’istituto comprensivo di Traversetolo così come scuola elementare e scuola media ed è l’unica scuola d’infanzia statale presente sul territorio.
La scuola nacque nell’anno scolastico 1991/1992 come monosezione con 16 iscritti e due docenti. Ad oggi la scuola conta tre sezioni, 76 bambini, tre collaboratrici, un’insegnante di lingua inglese e una di religione.

FINALITÀ
La scuola di Vignale è una scuola che accoglie, che si mette in gioco facendo sua l’idea di un bambino libero, creativo e trasformatore disponibile all’incontro con l’altro.
In un clima relazionale positivo la scuola dell’infanzia favorisce il piacere di partecipare, il desiderio di crescere, la voglia di conoscere; tutti  processi che sostengono e orientano le esperienze che il bambino vive all’interno della scuola e servono per rafforzare identità, autonomia e competenze.
L’obiettivo principale delle insegnanti e dei loro interventi educativi è porre al centro i bisogni del bambino, lavorare sui suoi vissuti, sulla sua memoria e le sue conoscenze attraverso l’osservazione e l’ascolto.
Il gioco si pone come elemento centrale di ogni attività come risorsa per favorire apprendimento e relazioni.
 
STRUTTURA
I bambini sono suddivisi in tre sezioni eterogenee per età: i bambini hanno età differenti. Ciò è pensato per dare maggiori stimoli e opportunità di crescita e scambio ai bambini.
La scuola dispone di spazi interni ed esterni. All’interno il bambino troverà:
primo rialzato: ingresso spogliatoio con gli armadietti personali; refettori; dormitorio; cucina e un’aula;  piano primo: ingresso strutturato per angoli di interesse (biblioteca, angolo motorio, angolo dei travestimenti); il salone comprensivo di un’aula e aula laboratorio.
 

GIORNATA TIPICA DEI BAMBINI
Dalle 7,30-9,00: pre-scuola e entrata dei bambini
Ore 8,00/8,30 accoglienza in sezione
Dalle 9,00 alle 11,00 attività didattiche
Dalle 11,00 alle 11,30 incontro e gioco tra le sezioni
Ore 11,20 prima uscita per chi non utilizza la mensa
Dalle 11,30/12,30 pasto per chi usufruisce della mensa
Dalle 12,30 alle 13,00 seconda possibilità di uscita
Dalle 12,30/13,30 incontro e gioco tra le sezioni
Dalle 13,30 alle 15,00 momento del riposo previsto per i più piccoli e su richiesta della famiglia
Dalle 13,30 alle 15,00 laboratori didattici
Ore 15,00/15,30 merenda
15,30/16,00 uscita con momento dei saluti e messaggi ai genitori
ore 16,00-17,00: su richiesta post-scuola (solo su richiesta e solo se entrambi i genitori sono occupati)
 
PREMI E RICONOSCIMENTI
Sin dalla sua nascita la scuola si è contraddistinta per aver raggiunto importanti riconoscimenti non solo a livello provinciale ma anche nazionale e per aver aderito a progetti e sperimentazioni d’avanguardia:
1991/92à con il progetto didattico “Spotty il cagnolino” vince il 2° premio nazionale di pedagogia e didattica
1993à si aggiudica il secondo posto al premio nazionale di pedagogia e didattica
1994/95, 1995/96 e 1996/97à la scuola ha aderito alla sperimentazione ministeriale A.S.C.A.N.I.O. con il progetto “Apprendere in relazione” pensato con l’obiettivo di garantire un ambiente educativo di apprendimento ricco di significati affettivi e cognitivi, capace di favorire la comunicazione e la conoscenza nella direzione della “migliore qualità di vita”. La sperimentazione ha la supervisione della Università degli Studi di Parma e dell’ispettrice S.M.A. Mellucci.
1994/95à la scuola partecipa alla Mostra Nazionale “La Scuola Materna tra memoria e progettualità”
1999/2000à La scuola è visitata da una delegazione scolastica della Regione Sicilia
2002/2003à la scuola aderisce al progetto nazionale di sperimentazione “legge Moratti”
Nel corso degli anni inoltre, alcune proposte della Scuola sono state ospitate da riviste nazionali specializzate per l’infanzia
 
COMUNICAZIONE, INTEGRAZIONE e ACCOGLIENZA
Sono i tre concetti cardine sulla quale si basa l’azione delle insegnanti.
Comunicazione scuola-famiglia: è fondamentale che la scuola e la famiglia dialoghino tra loro. Perché vi sia un percorso educativo coerente e armonioso, la scuola materna di Vignale incontra le famiglie in più occasioni che diventano opportunità di conoscenza reciproca, di discussione e coinvolgimento nell’attività della scuola. La collaborazione tra scuola e famiglia si attua grazie ad assemblee, riunioni di sezioni, colloqui individuali e feste.

Integrazione: la scuola ha come obiettivo primario il far integrare completamente tutti i bambini per offrire le stesse opportunità nel rispetto delle diversità culturali e individuali.

Accoglienza: l’accoglienza è il momento privilegiato di incontro tra scuola e famiglia e rappresenta un aspetto qualificante del progetto educativo.  Il momento dell’accoglienza è molto delicato perché con essa il bambino affronta un cambiamento di ritmi di vita, abitudini, tempi e relazioni interpersonali. È una tappa fondamentale per la sua crescita. La scuola di Vignale pone particolare attenzione a questo momento. All’inizio dell’anno scolastico  vi è una compresenza di tutte le insegnanti che nei primi giorni dell’anno permette una relazione diretta insegnante-“piccolo gruppo” in una situazione priva di tensione e di ansia. I bambini vengono inseriti gradatamente in modo non traumatico. Sono previsti anche riunioni con i genitori e colloqui individuali con i genitori dei bambini. L’inserimento è attuato con approccio rispettoso delle modalità personali di accettazione personali e proprie di ogni bambino
 

CONTINUITA', PROGRAMMAZIONE  e DOCUMENTAZIONE
Continuità educativa: la scuola aderisce a diversi progetti comuni assieme alle altre materne non statali del territorio (in specifico Mamiano e Traversetolo) e alle classi prime delle scuole primarie. Un esempio è il progetto “0-6” finanziato da Provincia e dal Comune. La finalità primaria è favorire un passaggio dolce da un ordine scolastico all’altro: ad esempio i bambini delle scuole materne fanno visita alla scuola elementare in aprile per prepararsi psicologicamente al cambiamento che li vedrà protagonisti l’anno successivo.
Programmazione collegiale: le insegnanti adottano una stessa linea comune a livello di progetto didattico che viene poi realizzato sfruttando le diverse competenze degli insegnanti e rispettando le differenze individuali dei bambini. Seguire una linea comune e condivisa fa crescere nei bambini il senso di appartenenza alla scuola.
Documentazione del percorso del bambino:  vengono documentate per ogni bambino le attività che svolge durante l’anno.
Porfolio: le insegnanti  presentano alle colleghe della scuola primaria un fascicolo in cui vengono evidenziate le conquiste del bambino rispetto alle competenze, alle abilità, all’autonomia relazionale.
 
 
MENSA E TRASPORTO
Altri due punti di forza della scuola d’infanzia di Vignale sono la mensa e il trasporto:
Mensa: l’Amministrazione Comunale di Traversetolo ha affidato il servizio mensa alla ditta CIR Food con un appalto. I bambini hanno a disposizione cibi di alta qualità, biologico e proveniente da zone circostanti e certificate. Una recente ricerca Bio Bank attesta il Gruppo CIR food come la prima azienda in Italia nel settore della scolastica e come seconda per incidenza del biologico sul totale acquisti. Da tempo un obiettivo della missione di CIR food è rappresentato dalla promozione della salute, del rispetto per l’ambiente, della solidarietà e della condivisione, dell’attenzione al benessere, al gusto e ai piaceri della tavola. CIR food da anni opera nel settore della refezione scolastica, servendo pasti a decine di migliaia di piccoli utenti (circa 200.000 al giorno) nelle scuole italiane ed estere. Ed è proprio per soddisfare i nuovi bisogni e le nuove esigenze dei più piccoli che negli ultimi anni si è sviluppata la tendenza all’utilizzo di alimenti coltivati con il metodo biologico e/o a lotta integrata.
Trasporto:  ogni bambino viene raccolto a casa propria dai pulmini e non nei punti di raccolta come avviene in tanti casi. Ciò è positivo perché i piccoli possono aspettare assieme ai genitori l’arrivo del mezzo scolastico senza fare lunghi tratti di strada a piedi magari al freddo o sotto la pioggia.
 
PRE-SCUOLA e POST-SCUOLA
La scuola d’infanzia Micheli garantisce, per venire incontro alle esigenze dei genitori lavoratori, un elevato numero di ore di accoglienza dei bambini: i bambini possono essere portati a scuola già dalle 7,30. Inoltre, al termine della giornata, può essere attivato su richiesta e solo se entrambi i genitori lavorano, un periodo di postscuola dalle 16,00 alle 17,00.
 

PERSONALE QUALIFICATO
Alla Micheli lavorano sei insegnanti, tre collaboratrici, un’insegnante di lingua inglese e una di religione.
Formazione e preparazione degli insegnanti: da sempre la scuola di Vignale si è contraddistinta per la preparazione e l’entusiasmo delle insegnanti che le hanno fatto guadagnare importanti riconoscimenti.
Le insegnanti seguono e hanno seguito numerosi corsi d’aggiornamento approfondendo tematiche quali l’ascolto di sé e dell’altro; le relazione nell’ambiente educativo di apprendimento; lavorare nel team; l’arte dell’impertinenza; leggere e scrivere tra scuola materna e scuola elementare; genitori e figli che giocano; il bambino e il libro; disturbi relativi all’apprendimento della lettura e delle scrittura. 
Anche per quest’anno è prevista un’importante esperienza formativa degli insegnanti con esperti e su diversi temi (relazione, arte, psicologia, pedagogia)
 

SPAZI A MUSURA DI BAMBINO
Vivere un ambiente accogliente è una risorsa educativa. La materna di Vignale ha diversi punti di forza:
  • È situata in campagna, in area molto tranquilla, lontano dal traffico e tuttavia non distante dal centro abitato
  • ha un bel parco alberato con tanti giochi. I bambini hanno a disposizione anche un piccolo boschetto su misura in cui giocare a nascondino, creare percorsi fantastici, sempre sotto l’occhio attento delle maestre. I giochi inoltre sono tutti di materiale naturale.
  • Ha un’aula didattica all’aperto: sotto un grande gazebo e piccole panchine di legno i bambini nelle giornate più calde giocano o fanno attività guidate (canti, giochi, letture, animazioni)
  • C’è un piccolo orto e diverse fioriere che curano i bambini stessi. Ogni sezione ha un pezzo di orto da curare: i bambini imparano così il ciclo della natura, fanno osservazioni sul mondo vegetale, ambientale e animale, sul ritmo del tempo, il ciclo delle stagioni e della crescita confrontando tutto questo con il loro sviluppo di esseri umani.
 
PROGETTI
Che la scuola d’Infanzia Micheli sia altamente qualificata è dimostrato dall’elevato numero di progetti attivati:
  • Progetto biblioteca: l’obiettivo del progetto è quello di avvicinare i bambini al mondo dei libri e della lettura, in particolare educandoli all’ascolto, all’osservazione, all’uso della lingua,  alla capacità di sviluppare la sua fantasia. Il progetto oltre alle competenze strettamente linguistiche offre però anche opportunità di scambi, relazioni e crescita
  • Progetto ambientale: continua il progetto ambientale che negli anni scorsi si è concretizzato in diverse attività: osservare l’inquinamento e capire come non inquinare; riconoscere i problemi di carattere ambientali e cercare soluzioni; un primo approccio alla raccolta differenziata; educazione a parole nuove come “spreco” e “riciclo”; riutilizzo del materiale di scarto come carta e cartone per costruire nuovi oggetti; acquisire amore e atteggiamento di tutela verso i luoghi nei quali viviamo. Tutte queste attività sono realizzare utilizzando  uscite sul territorio e il gioco
  • Progetto lingua inglese: i bambini di cinque anni possono seguire con un insegnante lezioni di inglese ma sempre con un metodo che si basa sul gioco
  • Religione (facoltativo): la famiglia può scegliere di avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica con un insegnanti laici preparati in teologia e formati dalla curia. Per i bambini che non seguono il momento di educazione religiosa, sono previste altre attività laboratoriali
  • Progetto motorio: ogni anno viene attivato un progetto che ha come scopo la simulazione del linguaggio corporeo in un momento in cui il movimento rappresenta l’espressione privilegiata del bambino. Il progetto ha lo scopo di far acquisire maggiore padronanza del corpo, ma anche favorire l’autostima, mettersi alla prova e fare nuove conquiste. Il bambino è coinvolto completamente e sono chiamati in appello facoltà sensoriali, affettive, emotive e intellettive
  • Progetto consulenza psico-pedagogica per insegnanti  e famiglie: si propone di offrire conoscenze e strumenti che aiutino a conoscere maggiormente i bambini sul piano psicologico e prevenirne/affrontare eventuali disagi
 

POST-SCUOLA
Può essere attivato su richiesta e solo se entrambi i genitori lavorano, un periodo di postscuola dalle 16,00 alle 17,00.
 

Scheda pratica per "Scuola d'Infanzia "Michelino Micheli" di Vignale "
Note
Strada S. Geminiano 3 - 43029 Vignale (PR)
tel: 0521 844284

Condividi su...

Proprietà dell'articolo
creato: martedì 18 gennaio 2011
modificato: martedì 3 aprile 2012